Evangelizzazione

Noi, Suore Minime della Passione di N.S.G.C., siamo impegnate in varie forme di apostolato.

In particolare prestiamo il nostro servizio in:

  • centri educativo-promozionali;
  • scuole materne ed elementari;
  • case di riposo per anziani;
  • evangelizzazione, catechesi e animazione liturgica;
  • pastorale familiare e vocazionale;
  • azione missionaria;
  • soggiorni estivi e campi-scuola.

Abbiamo particolarmente a cuore la catechesi, perché permette di raggiungere tutte le componenti del popolo di Dio.

Curiamo la pastorale familiare favorendo incontri, coltivando rapporti di rispetto e carità con le famiglie in difficoltà, educandole a una cultura di vita e ai valori cristiani.

Siamo impegnate anche nell’educazione dei giovani, secondo lo stile della Madre Fondatrice che diceva: «Vegliate sempre sulla gioventù con amore e assiduità», mediante contatti umani e costante dialogo educativo. Ci mettiamo in ascolto per comprendere le problematiche e i valori inerenti alla loro età, orientandoli a vivere secondo il Vangelo. Utilizziamo tutte le risorse che la cultura contemporanea ci offre: favoriamo iniziative culturali, sportive, artistiche e religiose per contribuire alla loro preparazione umana e cristiana e per aiutarli a diventare membra attive della comunità parrocchiale e diocesana. Nella catechesi non trascuriamo la dimensione vocazionale, testimoniando la gioia di appartenere a Cristo e di essere parte viva della Chiesa. Quindi, aiutiamo i giovani a maturare il loro progetto di vita nella coerente adesione al Vangelo e nella disponibilità ai bisogni reali dei fratelli.

Partecipiamo a missioni popolari e parrocchiali, anche in collaborazione con altri istituti religiosi, convinte che mettere insieme i carismi propri di ciascuna famiglia religiosa possa essere una fonte di arricchimento per ciascuno di noi e un valido strumento di evangelizzazione.

Organizziamo campi-scuola e soggiorni estivi per ragazzi e adolescenti, non solo come occasione di incontro e di distensione, ma come momenti formativi per la vita di gruppo e la vicendevole accoglienza.

In linea con gli Orientamenti Pastorali dell’Episcopato Italiano per il decennio 2010-2020, ci impegniamo «ad educare le nuove generazioni alla vita buona del Vangelo», portando ovunque «la lieta notizia che la carità è la via privilegiata per la nuova evangelizzazione».

Case Famiglia

Proseguendo l’opera iniziata dalla Madre Fondatrice, ci occupiamo di minori in stato di bisogno o disagio fisico, psichico e relazionale e ai quali la famiglia non è in grado di garantire le cure necessarie, accogliendoli in case famiglia. Qui, viene offerto loro un ambiente a dimensione familiare, accogliente e dignitoso, in cui sono rispettati i ritmi, le abitudini, le esigenze e i bisogni cognitivi, relazionali, affettivi e sociali di ognuno.

Il personale educativo si compone di operatori qualificati che hanno il compito di:

  • provvedere all’educazione del minore, curandone l’aspetto formativo, scolastico (motivando i ragazzi allo studio) e relazionale e assicurando a tutti i ragazzi attività esterne (sportive, ludiche, ricreative), al fine di garantire al minore una crescita sana ed armoniosa ed un buon equilibrio psicologico;
  • favorire la socializzazione;
  • equilibrare i rapporti con la famiglia di origine, finalizzati, ove possibile, ad un reinserimento (i minori che non possono rientrare in famiglia, invece, possono avere come punto di riferimento delle famiglie d’appoggio nei fine settimana, nei periodi di vacanza o durante qualche pomeriggio);
  • promuovere la crescita umana dei ragazzi, favorendone l’autonomia, la responsabilità e le inclinazioni personali, attraverso colloqui individuali e incontri di gruppo (a tal fine ci si avvale anche di operatori specializzati quali psicologo, neuropsichiatra, pedagogista).

Centri Diurni per Minori

Nei Centri socio-educativi diurni, gestiti, con spirito evangelico, dalle Suore Minime della Passione di N.S.G.C. vengono accompagnati minori e adolescenti provenienti da situazioni familiari multiproblematiche e bisognose. Nel rispetto dei diritti propri, i suddetti minori vengono aiutati nel recupero scolastico, educativo e nell’integrazione sociale.

La Comunità educativa e religiosa assicura condizioni educative e relazionali idonee a garantire un percorso di maturazione e formazione integrale di ogni singolo fanciullo, ispirandosi ad una concezione cristiano-cattolica della vita, conforme ai principi del Vangelo.

L’impegno della comunità religiosa è quello di creare un ambiente educativo in cui i bambini e le relative famiglie si sentono accolti, amati e aiutati, dove i valori della vita, dell’accoglienza, della condivisione, della tolleranza e della non violenza sono la base per costruire un futuro più sereno e pacifico.

Si offrono alle famiglie qualità educativa e garanzia nella formazione culturale, religiosa e sociale, nel rispetto della legislazione nazionale e regionale e del Carisma fondazionale dell’ Istituto.

In questo lavoro la Comunità religiosa è sostenuta da validi collaboratori laici che la aiutano non solo nell’accompagnamento educativo dei fanciulli, ma anche nel sostegno alla famiglia attraverso incontri di formazione, visite domiciliari, centri di ascolto e laboratori di promozione culturale e sociale.

Tante sono le iniziative educative e formative che, in rete con le altre agenzie educative territoriali, vengono organizzate ogni anno a favore dei ragazzi e delle loro famiglie: percorsi sulla legalità, sulla non violenza, sulla solidarietà, sui diritti e doveri dei cittadini, sulla genitorialità.

Il compito educativo è vissuto in un continuo impegno di dono. Solo così diventano credibili la vocazione e la passione educativa.

Gesti semplici, se accompagnati da convinzione e passione educativa, diventano gesti nobili, carichi di significato e di speranza.

È con questa convinzione che le Suore Minime della Passione di N.S.G.C. continuano ad operare a favore delle giovani generazioni in campo educativo.

Centri per Donne in Difficoltà

Come donne consacrate, avvertiamo l’urgenza di metterci al servizio di quelle donne, con o senza figli, che vivono in condizioni di indigenza, di degrado e in stato di disagio sociale. Le accogliamo in case-famiglia dove cerchiamo di creare un ambiente sereno e accogliente, in cui ognuna possa sentirsi amata, compresa e rispettata. In queste strutture, l’organizzazione della vita quotidiana deve essere il più possibile vicina ad un modello di vita familiare, tenendo sempre presente i ritmi, le abitudini, le esigenze ed i bisogni cognitivi, relazionali, affettivi e sociali delle ospiti.

L’équipe educativa, avvalendosi della consulenza del consultorio familiare e di operatori esperti, si prefigge di: favorire nelle donne uno sviluppo psicologico, relazionale e sociale, elaborando per ognuna di loro un progetto educativo individualizzato (P.E.I.); coadiuvarle nel loro ruolo di donne e di mamme; educarle alla progettualità e decisionalità responsabile, nella prospettiva dell’acquisizione di una loro autonomia ed indipendenza; creare sul territorio una rete indispensabile per la buona riuscita del progetto educativo.

Siamo consapevoli dell’importanza e della delicatezza di questo compito, in quanto sappiamo che contribuire al benessere psico-fisico di coloro che sono già madri, ma in condizione di disagio e di precarietà sociale, o che lo diventeranno significa incidere indirettamente sulla formazione delle future generazioni. Abbiamo cura, perciò, di scegliere metodi e strutture adeguate per favorire la piena promozione umana e cristiana delle persone che il Signore ci affida.

Scuole Primarie e dell’Infanzia

Ci mettiamo al servizio dell’infanzia bisognosa anche attraverso l’educazione dei più piccoli nelle scuole primarie e dell’infanzia, in cui cerchiamo di promuovere la “formazione integrale” dei bambini e lo sviluppo della loro personalità in tutte le sue componenti.

Pertanto attraverso un itinerario educativo/didattico, ci proponiamo di aiutare ogni bambino nella sua:

  • formazione psico-fisica, per un adeguato sviluppo della corporeità, percepita positivamente nella sua potenzialità di risorse;
  • formazione affettivo-volitiva, per scoprire il valore e la ricchezza della reciprocità nel rapporto interpersonale, valorizzando la dimensione più profonda e vitale della persona umana;
  • formazione sociale, per aprirsi gradualmente alle relazioni sociali, sviluppando il senso civico;
  • formazione intellettuale, per acquisire conoscenze e metodologie d’apprendimento che favoriscano la maturazione della capacità di giudizio critico, autonomo e consapevole;
  • formazione etico-spirituale, per coltivare la dimensione valoriale e religiosa approfondendo il dono della fede, vivendolo nel quotidiano.

Case di Riposo

Il nostro Istituto è dedito all’apostolato degli ultimi, secondo lo spirito della Madre Fondatrice che diceva: «i poveri e chiunque è nel bisogno sono i nostri migliori amici».

Per questo ci occupiamo anche di quella fascia particolarmente fragile della società rappresentata dagli anziani. Nelle case di riposo, in cui ci avvaliamo anche della collaborazione di personale qualificato, abbiamo cura di accompagnare queste persone in quella che è la fase più delicata della loro vita, sottraendole alla solitudine che troppo spesso caratterizza la cosiddetta “terza età”. Provvediamo, infatti, all’organizzazione delle attività giornaliere delle nostre assistite sia dal punto di vista della soddisfazione delle necessità personali sia da quello dell’organizzazione di intrattenimenti ed attività formative e aggregative, aiutate in questo anche da volontari competenti in merito.

In tal modo, le nostre ospiti sperimentano la gioia di essere ascoltate, sostenute e aiutate – nonostante le prove che l’età comporta – a vivere con speranza, ottimismo e fiducia in Dio.

Case per Ferie

L’ospitalità è uno dei modi attraverso cui le Suore Minime della Passione di N.S.G.C. trasmettono il messaggio cristiano e portano avanti la loro missione.

Per questo abbiamo deciso di destinare due nostre case, entrambe situate a Roma, all’accoglienza di persone che vogliano trascorrere qualche giorno nella capitale e abbiano bisogno di un posto tranquillo dove alloggiare. Nell’Istituto “Beata Elena Aiello”, sito in Via Pietro Adami 89 (zona Monte Mario) e nell’Oasi “Beata Elena Aiello e Madonna di Fatima”, sita in Via dei Baldassini 18 (nel tridente formato da Via di Bravetta, Via dei Gonzaga e via della Pisana), gli ambienti semplici e funzionali, lo stile familiare, lo spirito di fraternità ed accoglienza richiamano le caratteristiche di vita del nostro Istituto, ispirate alla gioia del Vangelo.

Istituto “Beata Elena Aiello”

Via P. Adami, 82 – 00168 ROMA
Tel. 06.3050828 Fax. 06.3052628
Email: beataelenaroma@gmail.com

Oasi “Beata Elena Aiello e Madonna di Fatima”
Via dei Baldassini, 18 – 00163 ROMA
Tel. 06.6663830

Gruppo Amici di Madre Elena

Il gruppo “Amici di Madre Elena” è formato da ragazzi che hanno la volontà di seguire le orme della Beata Madre Elena Aiello, essendo quindi suoi Amici.

Essere Amici significa per noi conoscere, condividere esperienze, gioie, momenti di vita più o meno belli; ed è proprio questo che noi giovani cerchiamo di fare. Cerchiamo di essere Amici sinceri della Beata Elena attraverso la conoscenza e la condivisione della Sua Opera di Carità che va, soprattutto verso i più piccoli, ossia, giovani proprio come noi!! E poi, anche Gesù ci ha detto: “Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici. Voi siete miei amici, se farete ciò che vi dirò”; e noi, per gli Amici veri, facciamo di tutto!!

Noi giovani siamo pieni di entusiasmo, aperti alle nuove esperienze, sempre pronti all’azione, pieni di volontà nell’affrontare le sfide che la vita ci mette di fronte. Tuttavia, noi giovani siamo sempre in cerca di riferimenti affidabili, di amore, di gruppi di appartenenza, di senso della vita. Proprio per questo ci siamo affidati alla Beata, perché Lei è proprio il riferimento giusto, il nostro punto di ritrovo, la nostra stella sempre luminosa.

Ma cosa fanno i giovani di Madre Elena? Semplice, ciò che tutti i giovani fanno!! Ci si ritrova presso l’Istituto della Beata Elena Aiello a Cosenza, si conoscono la vita e le opere della Beata sotto la guida della Madre Generale, Suor Eugenia, si condividono esperienze di qualsiasi genere (studio, lavoro, tempo libero, ecc.), si organizzano uscite serali, ci si diverte insieme, insomma, si fa tutto ciò che un giovane si diverte a fare!!!

Il nostro impegno consiste nel camminare insieme con Madre Elena, essere suoi Amici nella libertà di fare qualsiasi cosa sotto la Sua guida; difatti, grazie alla formazione e alle esperienze attive impariamo ad affrontare qualsiasi situazione di vita, supportandoci a vicenda, senza alcun tipo di vergogna, con coraggio, con la volontà di noi giovani di “spaccare il mondo”, proprio come ha fatto la Beata Elena con la sua Opera.

Noi giovani siamo l’essenza del mondo, coloro che possono cambiare i valori della società, coloro che davvero portano cambiamento e innovazione nelle idee. Per questo chiediamo consiglio alla Beata Elena, e ci riuniamo attorno a lei, perché i suoi consigli sono davvero preziosi se ascoltati attraverso le opere da lei compiute.

Noi giovani e Amici di Madre Elena, vogliamo condividere con gli altri la gioia di avere un’Amica Beata, vogliamo mostrare a tutti che essere Amici è proprio quel desiderio di amare e gioire insieme, è ciò che davvero cambia il modo di pensare e di agire, vogliamo dimostrare che l’Amicizia, attorno a una figura carismatica come Madre Elena, è proprio quell’Amicizia di cui Gesù parla!!!

È difficile in poche righe dire cosa si prova a essere Amico di Madre Elena, ma noi speriamo che diventando nostri Amici, tutti quanti possano trovare la gioia di conoscere, crescere e vivere calcando le orme della nostra più cara Amica: Madre Elena!!!

Gruppo “Amici di Madre Elena”

Adele, Alessia, Antonella, Dora, Fabio, Federica, Francesco, Gianluca, Giovanna, Giuseppe, Lorenzo